Valutazione diamanti usati

Spesso si hanno in casa oggetti preziosi che non si utilizzano più e dei quali ci si vorrebbe sbarazzare, sperando di trarne un qualche guadagno. Questo accade, in particolare, quando si hanno gioielli di famiglia che, al di là del valore affettivo, non vengono utilizzati e che quindi occupano spazio o – addirittura – richiedono il pagamento di una cassetta di sicurezza nella quale ospitarli. Ma prima di procedere con la vendita di questi gioielli è fondamentale richiedere una valutazione dei diamanti usati, per poterne accertare il reale valore di mercato.

Come si valuta un diamante usato

Per valutare un diamante usato è sempre meglio rivolgersi a gemmologi esperti che possano non solo attingere alla propria esperienza nel settore, ma che abbiano anche le capacità tecniche per utilizzare la strumentazione adeguata necessaria per effettuare una corretta valutazione.

Per l’acquisto di un diamante, comunque, si può partire dai classici quattro parametri, chiamati in inglese le 4C:

  • Color (colore)
  • Clarity (purezza)
  • Cut (taglio)
  • Carat (carato)

La caratura è forse il parametro più noto. Essa corrisponde al peso del diamante, che viene, appunto, espresso in carati: un carato è pari a 0,20 grammi. Va notato che la crescita del valore del diamante non aumenta linearmente con il suo peso ma esponenzialmente.

Il colore, invece, viene valutato su una scala che va da D a Z in ordine decrescente. La lettera D corrisponde alle pietre perfettamente incolori, le più rare e costose che esistano, mentre la Z classifica i diamanti dal bianco colorito e che hanno, quindi, un valore molto basso.

Infine, la purezza si riferisce alla presenza o meno di impurità all’interno della pietra, mentre il taglio dipende dall’abilità del tagliatore e dalle dimensioni del diamante grezzo. Il discorso per quanto riguarda questo ultimo parametro è troppo lungo e complesso per essere affrontato in questa sede: basterà sapere che la qualità del taglio è data dalla brillantezza, dalle proporzioni e dalla simmetria.

Le quotazioni di mercato per i diamanti

I diamanti non hanno un valore di mercato univoco e si deve fare attenzione quando si trattano queste preziose gemme. Il modo migliore per valutare diamanti è, come si è detto, fare riferimento ad istituti specializzati che si servono dell’aiuto di gemmologi. Questi faranno sicuramente riferimento al Listino Rapaport, un bollettino pubblicato settimanalmente e che riporta, tramite una tabella, tutti i prezzi dei diamanti calcolati in base alle 4C.

Uno strumento molto utile nella rivendita di queste pietre preziose è il certificato di valutazione del diamante, una prova nero su bianco delle caratteristiche della vostra pietra. Se ne siete in possesso è sicuramente un’arma in più nella rivendita del vostro diamante.

Cerchi una valutazione diamanti usati? Restiamo in contatto

Se sei alla ricerca di una realtà solida che possa effettuare la valutazione di diamanti usati puoi fare riferimento su MV Luxury Group. I nostri esperti gemmologi, infatti, si differenziano per la perizia e la strumentazione all’avanguardia che viene utilizzata per eseguire anche la valutazione di diamanti usati sfusi o presenti in montature d’epoca. Per questo, se hai un paio di orecchini, un bracciale o un anello con un diamante e desideri riceverne una valutazione, non esitare a contattarci.



CHIUDI
CHIUDI

Chiama ora