Investimenti e diamanti, un binomio vincente?

Con il crescere dei rischi economici, in particolare in questo periodo storico segnato dalla pandemia, aumenta anche la necessità di affidarsi a beni materiali per mettere al sicuro il proprio capitale privato e diversificare il portafoglio finanziario: gli investimenti in diamanti, da questo punto di vista, rappresentano certamente la miglior scelta nel lungo periodo.

Diamanti da investimento: i vantaggi

Il diamante, così come l’oro e l’argento, viene considerato un bene rifugio, ovvero un bene che tende a non perdere valore neppure in periodi di forte instabilità economica o in seguito ad un aumento generale dei prezzi. In particolare, i diamanti presentano alcune peculiarità particolarmente vantaggiose tra cui:

  • Esentasse: i diamanti, al contrario di altri beni rifugio come, per esempio, l’oro, non sono considerati strumenti finanziari. Per questo motivo non si devono pagare l’imposta di bollo, il capital gain e neppure la tassa di successione: l’unica tassa applicata ai diamanti, infatti, è l’IVA al 22%;
  • Anonimato: i diamanti non vengono segnalati in banca né su altri registri e, perciò, consentono all’acquirente di mantenere il più totale anonimato;
  • Beni durevoli: i diamanti, grazie alla loro eccezionale resistenza, non si usurano né si rovinano, garantendo così all’investitore un notevole risparmio economico;
  • Trasportabilità: i diamanti, contrariamente ad altri beni di lusso, sono oggetti dalle dimensioni piuttosto ridotte e dal peso contenuto, caratteristiche che li rendono notevolmente adatti al trasporto, tanto da poterli indossare nelle occasioni speciali.

 

Come investire in diamanti

Per diversificare al meglio il portafoglio finanziario, è consigliabile investire in diamanti circa il 10% del proprio patrimonio. Occorre ricordare che si tratta di un tipo di investimento non speculativo ma che ha lo scopo di immobilizzare in maniera sicura il proprio capitale: per questo motivo dev’essere un investimento nel medio-lungo periodo, con una durata di almeno cinque anni visto che il trend del prezzo dei diamanti è lento e graduale.

Come dimostrano le recenti truffe bancarie, gli investimenti in diamanti devono essere svolti con la massima cura e attenzione: ecco perché è fondamentale affidarsi ai professionisti del settore che, grazie alle loro conoscenze e all’esperienza maturata in questo campo, sanno guidare gli investitori verso l’acquisto dei migliori diamanti. In particolare, oltre a listini prezzi affidabili come quello Rapaport, gli esperti analizzano accuratamente le caratteristiche dei singoli diamanti, secondo i criteri delle 4C:

  • Carat: indica il peso in carati del diamante e, normalmente, più un diamante è pesante più ha valore. Tuttavia, i professionisti sanno bene che occorre tenere in considerazione tutti i parametri per stabilire la reale qualità di un diamante;
  • Cut: il taglio di un diamante determina il modo in cui la luce attraversa la gemma, illuminandola e facendola splendere;
  • Clarity: durante la fase di cristallizzazione di un diamante, diverse tracce di carbonio o altri piccoli cristalli potrebbero venire imprigionati all’interno del diamante stesso. Queste impurità vengono chiamate inclusioni e, meno sono presenti, più il diamante viene ritenuto puro;
  • Color: infine, i diamanti possono avere diversi colori, classificati in una scala alfabetica che va dalla D (il bianco eccezionale) alla Z (giallo chiaro) in ordine decrescente di valore.

 

Hai bisogno di investimenti diamanti? Restiamo in contatto

Se anche tu desideri mettere al sicuro una parte del tuo capitale scegliendo investimenti diamanti intelligenti, il team di esperti di MV Luxury Group fa al caso tuo: grazie alla professionalità che ci contraddistingue da più di vent’anni in questo settore, sappiamo guidarti ad un acquisto vantaggioso e privo di pericoli, fornendoti anche un servizio di quotazione gioielli a distanza.



CHIUDI
CHIUDI

Chiama ora