Come investire in diamanti ricevendo la giusta valutazione

Quando il mercato finanziario attraversa periodi di crisi è una buona pratica differenziare il proprio portafoglio di investimenti e puntare sulle materie prime, come ad esempio i diamanti e l’oro. Una condizione fondamentale affinché si possa investire correttamente nel mondo dei preziosi e dell’oro è ricevere un’adeguata valutazione da parte di professionisti del settore.

Determinare il valore di un diamante: i criteri

I criteri per quantificare il valore di un diamante e, quindi il suo prezzo, sono la purezza, il colore, il taglio e i carati.

La purezza rappresenta il primo parametro da considerare per valutare il diamante e viene utilizzata per misurare i difetti di ogni pietra, chiamati in gergo tecnico inclusioni. Queste consistono nelle imperfezioni strutturali del diamante e si presentano sotto forma di piccole crepe o di aloni di colore bianco. La presenza delle inclusioni è molto frequente infatti, solo poche pietre possono essere definite pure. Queste pietre vengono definiti diamanti eye-clean e rappresentano i diamanti più pregiati in commercio.

Anche il colore è fondamentale per stabilire il reale valore dei diamanti. Secondo gli esperti, infatti, il colore migliore per un diamante non esiste. La pietra deve essere il più incolore e trasparente possibile. La classificazione del colore, certificata dai venditori, indica la qualità dei diamanti ed è così distinta:

  • diamanti D, la qualità più pregiata: le pietre sono completamente incolore;
  • diamanti E, con una appena percepibile nota di colore
  • diamanti F
  • diamanti G e H, con piccole tracce di colore;
  • diamanti I, J, K, leggermente colorati.

La classificazione prosegue fino alla lettera Z, che indica i diamanti di colore giallo brillante. Questi sono meno omogenei ma non per questo meno preziosi. Il loro colore giallo paglierino, infatti, li rende estremamente rari e ricercati dai collezionisti.

Il taglio descrive il modo in cui il diamante è stato raffinato dall’intagliatore e la modalità con cui è stato lavorato. In particolare, rappresenta la qualità della lavorazione degli angoli della pietra. La disciplina del taglio ha preso forma ad Anversa nel 1400 e ha raggiunto l’apice negli anni 20 del 1900 con il matematico Tolkowsky, che creò il taglio più famoso e diffuso: il brillante rotondo.

I carati, infine, potrebbero essere definiti come l’unità di misura della pietra e indicano il peso della pietra. Un carato è pari a 0.2 grammi. Il valore del diamante aumenta all’aumentare del suo peso in maniera esponenziale.

Un altro aspetto di fondamentale importanza quando si parla di investire in diamanti è il certificato del diamante. Il certificato deve essere rilasciato da un laboratorio di gemmologia riconosciuto e deve essere provvisto di descrizione delle qualità e dei difetti posseduti dalla pietra, in modo da garantirne la tracciabilità. Il numero di certificato è inciso sulla circonferenza, detta cucitura, del diamante ed è visibile con una lente di ingrandimento 20x.

Investire in diamanti con la giusta quotazione

Tra i rischi principali derivanti dall’investimento in diamanti è possibile citare il prezzo. Può capitare che il diamante non riceva la corretta valutazione in termini di valore e, quindi, di spesa.

A differenza dell’oro e dell’argento non è possibile controllare la quotazione del diamante sul mercato ma è necessario visionare il listino prezzi Rapaport oppure il listino Index. Il Rapaport Diamond Report è il listino prezzi dei diamanti che viene utilizzato per definire le variazioni della quotazione del diamante. Questo viene pubblicato ogni venerdì e viene utilizzato per determinare il prezzo del diamante venduto in una singola unità.

I diamanti colorati, chiamati fancy diamonds, non sono oggetto di valutazione del listino, che riguarda solamente i diamanti bianchi. Il report è costituito da alcune tabelle che riportano il prezzo dei diamanti relativi ai criteri di valutazione già menzionati: peso, purezza, forma e tonalità cromatica.

Infine, è bene ricordare che il prezzo dei diamanti è determinato dal punto d’ incontro tra domanda ed offerta, cioè dal mercato. Per questo, è di fondamentale importanza prestare la massima attenzione e, se possibile, rivolgersi agli specialisti prima di effettuare un investimento in diamanti. Le consulenze degli esperti sono un ottimo modo per evitare spiacevoli situazioni come, ad esempio, l’acquisto di diamanti a prezzi non congrui, superiori al loro reale valore.

Vuoi ricevere una valutazione di diamanti? Restiamo in contatto

Se desideri ricevere una valutazione di diamanti che valorizzi realmente la tua pietra puoi fare affidamento sull’esperienza di MV Luxury Group. Siamo un gruppo di manager appartenenti al mondo della gioielleria che condividono la conoscenza del settore e una visione innovativa. Trasparenza del servizio e conoscenza completa e strutturata sono gli elementi che ci distinguono dal resto del mercato: richiedendo una valutazione dei diamanti a Milano presso la nostra azienda potrai ricevere la migliore valutazione possibile e la possibilità di vedere corrisposto immediatamente quanto pattuito. 



CHIUDI
CHIUDI

Chiama ora